menu
English Italian
Lunedì 17 Febbraio 2020
Attrazioni turistiche - cosa vedere, Piemonte

Provincia di Biella - Attrazioni turistiche

Italia-Italy.org

Attrazioni turistiche - cosa vedere
Provincia di Biella


Dai rinvenimenti archeologici all'arte contemporanea numerose sono le occasioni per scoprire le testimonianze artistiche e culturali del Biellese.
La scoperta non può che iniziare dalla città di Biella.
Biella Piano, caratterizzata dallo sviluppo urbanistico ottocentesco, rappresenta tuttavia il nucleo di più antica formazione e può vantare pregevoli monumenti romanici quali il battistero (inizio dell'XI secolo) e il campanile di Santo Stefano, il Duomo (XIV secolo) o la chiesa di San Sebastiano riccamente decorata e considerata uno dei più interessanti edifici rinascimentali del Piemonte; nell'elegante chiostro della chiesa ha sede il Museo del Territorio Biellese, che conserva le collezioni di reperti archeologici e di opere d'arte provenienti dall'intero territorio ed alcune interessanti collezioni di arte contemporanea.
Biella Piazzo, sulla collina a ovest della città, fu fondata nel 1160 e si presenta come un susseguirsi di portici e di palazzi nobiliari, fra cui Palazzo La Marmora e Palazzo Cisterna.

Sebbene lontano dal centro cittadino, ancora a Biella si trova il suggestivo ed imponente Santuario di Oropa, il più importante dell'intero arco alpino.
Il carattere industriale di Biella è invece ben rappresentato dagli edifici situati lungo il torrente Cervo, dove ammirare numerosi esempi di archeologia industriale.
Anche il territorio circostante alla città conserva veri e propri gioielli architettonici: il Ricetto di Candelo, piccolo borgo medioevale racchiuso da mura, rappresenta uno degli esempi meglio conservati in Europa ed è costituito da circa 200 edifici in passato utilizzati come rifugio in tempo di guerra e come cantina-deposito in tempo di pace.
Ancora all'epoca medioevale risalgono il borgo di Masserano, antico feudo pontificio che fu sede del principato Ferrerò Fieschi, e le piccole chiese romaniche che costellano la “Serra”, tra cui la chiesa di San Secondo a Magnano.
A testimoniare il passato feudale del Biellese numerosi si innalzano i castelli, oggi spesso trasformati in residenze private; fra i tanti citiamo quelli di Gaglianico (X secolo e seguenti), di Castellengo (X secolo ma successivamente rimaneggiato), di Roppolo, affacciato sul Lago di Viverone e sede dell'Enoteca Regionale della Serra, oppure quello di Zumaglia, posto nel cuore dell'area protetta del Brich di Zumaglia.
Svariate sono anche le occasioni per scoprire ville e giardini storici di grande pregio.
Di grande fascino è la Valle del Cervo, costellata di piccoli borghi arroccati che si apre nel paese di Rosazza ricco di suggestioni architettoniche inaspettate.
Il Biellese è terra di grandi artisti del passato e del presente; ricordiamo i Galliari (XVIII e XIX sec), famiglia di pittori-scenografi originaria di Andorno Micca che lasciò le proprie opere anche al Teatro Reg di Torino e alla Scala di Milano e Lorenzo Delleani (1840/1908) di Pollone, uno dei maggiori esponenti della pittura di paesaggio.
Fra gli artisti viventi Ugo Nespolo ed anche Gilberto Zorio e Michelangelo Pistoletto, protagonisti e registi dell'Arte Povera;

Michelangelo Pistoletto ha dato vita in tempi recenti alla “Cittadellarte”, luogo di incontro e di confronto fra giovani artisti provenienti tutto il mondo e sede di numerose iniziative ed esposizioni, che danno nuova vita ad un lanificio ottocentesco completamente ristrutturato lungo il torrente Cervo a Biella.
Le testimonianze dell'industrializzazione del Biellese si trovano numerose nelle valli biellesi che sono disseminate di edifici industriali ottocenteschi; fra tutte occorre citare la “Fabbrica della Ruota” a Pray, che conserva l'unico esempio rimasto in Italia del sistema di trasmissione teledinamico dell'energia.
Per ripercorrere la nascita e lo sviluppo del distretto industriale tessile è particolarmente adatta una visita alle quindici cellule museali del “Ecomuseo del Biellese”, che rappresentano la storia e le tradizioni, la cultura materiale e l'economia del passato di questa terra: dall'economia rurale, all'artigianato, ai primordi dell'industria tessile attraversando varie aree del territorio, alla scoperta di un'economia semplice che ha sostenuto il processo di industrializzazione.
Legata alla tradizione tessile è anche la moderna struttura di “Città Studi”, polo universitario che ospita anche iniziative di formazione per lo sviluppo dell'industria e dell'occupazione, un centro di ricerche all'avanguardia e un attrezzato centro congressi.
L'insieme di edifici è stato progettato dal famoso architetto Gae Aulenti.


Il testo in italiano è tratto da:
- “il biellese”, guida pratica alla scoperta del territorio

In questa pagina Vi presentiamo una selezione di luoghi da visitare, a carattere storico o artistico, da cui potete accedere direttamente alle scheda di presentazione individuale.
Selezionando una Provincia, o un Comune, si ottiene un elenco di luoghi interessanti da visitare e, attrazioni turistiche da vedere nel territorio.

Italia-Italy.org

Castello di Massazza - Rocca dei Cavallari

Massazza BI
- via Casetti, 1

Massazza è sede di un castello - attualmente: Rocca dei Cavallari - che sorge su uno sperone terminale della “Baraggia biellese”, a circa dodici chilometri dal capoluogo ...

Borgo Medioevale del Piazzo

Nel cuore della Biella medioevale
Biella

Il borgo medioevale di Biella Piazzo sorse nel 1160 per volontà del vescovo di Vercelli Uguccione, all'epoca in cui i vescovi di Vercelli esercitavano la propria signoria su Biella. ...


Italia-Italy.org

Ruderi del Ricetto

Dorzano BI

Il “ricetto”, realizzato a scopo di fortificazione tra XI e XII secolo dai conti Aymone (o Aimone) di Cavaglià, fu poi utilizzato come riparo alla popolazione in caso di guerre o ...

Porta urbica inferiore

Salussola BI
- via Roma

Risalente al 1374 - 1375, è l'ultima delle porte che interrompevano l'antica cinta muraria eretta a difesa del paese e del suo castello.


Castello

Benna BI

Secoli XI - XVII Resti di murature romaniche con paramenti in ciottoli disposti a spina di pesce. Porticato rinascimentale, finestre incorniciate in cotto, torre porta con feritoie ...

Ysangarda

Sito Archeologico
Candelo BI

Il sito di Ysangarda è situato nella Baraggia. Si tratta di una zona di interesse archeologico nella quale sorsero tra il XII e il XV secolo un villaggio ed una serie di fortificazioni ...


Italia-Italy.org

Ruderi del Castello di Cerrione

Cerrione BI

Il castello è stato quasi interamente distrutto da un bombardamento il 10 ottobre 1944. L'impianto originario del complesso era di forma quadrangolare irregolare con 2 cortili interni, ...

Castello di Mongiovetto

ruderi
Cerrione BI
- Strada Provinciale 400

Il castello venne distrutto dai nazi-fascisti nella stessa notte del castello di Cerrione nel 1944. Per la sua posizione dominante la strada che dal basso Canavese porta al Biellese rivestiva ...


Italia-Italy.org

Trovato 50 Attrazioni turistiche - cosa vedere in 7 pagine »

1   2   3   4   5   6   7       Successiva

info Piemonte
Booking.com

Provincia di Biella

Italia-Italy.org

Regione Piemonte

Filtra per Provincia di appartenenza

Provincia di Alessandria
Provincia di Asti
Provincia di Biella
Provincia di Cuneo
Provincia di Novara
Città Metropolitana di Torino
Provincia di Verbano Cusio Ossola
Provincia di Vercelli

Italia-Italy.org
Italia-Italy.org
Menu Provincia Biella


Consulta il menu principale della Provincia Biella, troverai altre informazioni, argomenti e strutture turistiche