menu
English Italian
Mercoledì 16 Ottobre 2019
Comuni italiani

Rocca Roverasca di Sanigallia, Senigallia

Marche


Photo Gallery (8) › Aggiungi una foto


Rocca Roverasca di Sanigallia

Senigallia AN
» Piazza del Duca
» Marche - ITALIA

Italia-Italy.org Italia-Italy.org

  • Orario di apertura al pubblico: 8.30 - 19.30 tutti i giorni
  • Servizi per disabili - segnalazioni in braille
  • Informazioni e prenotazioni: tel/fax 071 63258

La Rocca di Senigallia sorge a ridosso della fascia costiera adriatica, in posizione fin dall'antichità considerata strategica per la difesa della città dalle incursioni dei nemici provenienti dal mare.
Sui resti di una torre romana del III secolo a.C. venne innalzata in età medievale una torre costiera di avvistamento, che nel corso dei secoli è stata più volte ingrandita e racchiusa in cortine di mura sempre più ampie, fino a diventare la grande fortezza rinascimentale che oggi vediamo.
La Rocca, così come è oggi, fu fatta costruire tra il 1476 e il 1482 da Giovanni Della Rovere, nominato “Signore di Senigallia e di Mondavio” dal Pontefice Sisto IV, al secolo suo zio Francesco Della Rovere.
Per la costruzione della sua residenza il duca Giovanni Della Rovere si avvalse dei migliori architetti del tempo.
Luciano Laurana, famoso artefice del “Palazzo Ducale” di Urbino, progettò la parte residenziale della Rocca.
Baccio Pontelli, valente architetto militare, portò a compimento l'opera del Laurana realizzando anche la struttura difensiva che la circonda.

PIANO TERRA
La pianta della Rocca è un quadrilatero con quattro grandi circonferenze agli angoli, corrispondenti ai torrioni (1480-1482) coronati in alto da beccatelli di pietra bianca d'Istria diversi gli uni dagli altri per dimensioni, percorribili verticalmente e collegati ad ogni piano con la residenza ducale.
La Rocca era protetta tutto intorno da un fossato, oggi sistemato a prato; attraversato il così detto pontile, costruito dall'architetto Luciano Laurana nel 1479, terminante con un ponte levatoio, non più esistente, si entra nel cortile della fortezza.
Sopra alla porta d'ingresso un bassorilievo raffigurante “l'Annunciazione” ricorda la nascita il 25 marzo 1490 di Francesco Maria I, figlio del duca Giovanni Della Rovere e Giovanna da Montefeltro.
In posizione decentrata, sulla destra, si trova il pozzo con la “vera” scolpita con lo stemma di Giovanni Della Rovere.
Di fronte all'ingresso si può vedere la parte più antica, corrispondente alla base della torre costiera medievale.
Le arcate sulla parete di destra fanno invece parte di fortificazioni successive; le più basse riconducibili alla trecentesca rocchetta albornoziana (XIV secolo); le più alte alla fortezza malatestiana (XV secolo).
Sulla destra dell'ingresso principale, al piano interrato si scende nelle cosi dette prigioni pontificie (XVII-XIX secolo).
In un ambiente sopra a queste è ancora visibile il forno quattrocentesco.
Il lato sinistro del cortile è occupato dall'elegante residenza rinascimentale progettata dal Laurana.
Il piano terra era destinato ad alloggio degli ufficiali delle milizie roveresche (XV secolo).
Uno degli ambienti di servizio dell'appartamento ospita il granaio per la conservazione dei cereali e il camino per la preparazione del pane.
Lungo il percorso di visita apparati didattici approfondiscono gli argomenti di maggiore interesse:

  • Sala audiovisivi, dove assistere alla proiezione di filmati didattici sulla Rocca, sulla città di Senigallia e sul sistema fortificato dell'antico Ducato di Urbino;
  • Mostra documentaria permanente sulla famiglia Della Rovere;
  • Sala del Musco virtuale, dove consultare un sistema multimediale interattivo con diverse possibilità di ricerca:
    - La Rocca e il sistema difensivo dei Della Rovere
    - Le famiglie dei Montefeltro e dei Della Rovere
    - Gli architetti della Rocca
    - Glossario di architettura militare
  • Esposizione ili materiale archeologico, con reperti di età romana rinvenuti durante i lavori di restauro eseguiti tra il 1969 e il 1973;
  • Esposizione di materiale ceramico, con reperti rinascimentali rinvenuti durante gli stessi lavori di restauro;
  • Mostra documentaria permanente sulla storia della Rocca e sugli interventi di restauro che hanno interessato nel tempo l'edificio.

Al piano interrato, proprio sotto all'appartamento degli ufficiali si possono visitare i sotterranei, dotati di pozzo e destinati alla raccolta e alla conservazione delle provviste.
A questo livello, in corrispondenza del torrione Nord, si osserva la base della scala a chiocciola in pietra, che percorre verticalmente tutto il torrione ed è accessibile da ogni piano dell'appartamento
ducale.

PIANO PRIMO
Salito l'ampio ed elegante scalone si accede all'appartamento ducale con i soffitti e i peducci delle pareti decorati con pregevoli bassorilievi raffiguranti le armi e i simboli della casata roveresca.
Sulle cornici di porte e finestre si rincorrono decorazioni a grottesca, con mascheroni, motivi vegetali e figure fantastiche, ed ovunque ricorre la scritta IO-DUX e IO-PRE (Johannes Duca e Johannes Prefetto, con riferimento ai titoli di Giovanni Della Rovere).
Uno degli ambienti ospita una piccola cappella, a pianta quadrilatera sormontata da una cupola, con decorazioni a stucco con figure di putti.
Lungo il percorso un modellino di legno della Rocca e del fossato di guardia , dotato di meccanismi mobili appositamente predisposti, consente di vedere uno spaccato dell'edifìcio con alcune delle strutture più significative e più antiche altrimenti non accessibili.

PIANO SECONDO
Su questo piano è possibile visitare la Sala di rappresentanza, destinata alle feste e alle udienze del duca.
Nel 1631 quando la Rocca tornò sotto il governo pontificio e fu utilizzata come carcere, la sala fu adibita a cappella per i detenuti.
Sulla parete di sinistra, chiuso da ante di legno, si può vedere ancora il piccolo altare.
Usciti all'aperto ci troviamo sulla sommità dei torrioni.
Sui parapetti si aprono le troniere di forma rotonda, utilizzate per il tiro con le armi di grosso calibro.
Continuando il percorso, all'interno si potrà attraversare la così detta passerella, un suggestivo passaggio allestito nello spazio compreso tra le cortine di mura delle due rocche preesistenti (quella albornoziana e quella malatestiana).

Le fasi costruttive della Rocca:

  • torre romana (III secolo a.C.)
  • torre costiera medievale (XII - XIII secolo)
  • rocchetta albornoziana (XIV secolo) fatta costruire dal cardinale Egidio Albornoz verso la metà del Trecento
  • rocca malatestiana (XV secolo) fatta costruire da Sigismondo Pandolfo Malatesti, Signore di Senigallia, intorno alla metà del Quattrocento
  • rocca roveresca (fine XV secolo) fatta costruire da Giovanni Della Rovere, Signore di Senigallia e di Mondavio, tra il 1476 e il 1482


» Il testo in italiano è tratto da:
- brochure “La Rocca Roverasca di Senigallia” (Ministero per i beni e le attività culturali)



Cosa vedere a Senigallia AN

Italia-Italy.org
Aggiorna descrizione Rocca Roverasca di SanigalliaAggiorna descrizione Rocca Roverasca di Sanigallia

Conosci Rocca Roverasca di Sanigallia o hai avuto occasione di visitare il luogo come turista?
Contribuisci anche tu a questo progetto pubblicando dati aggiornati, descrizione o immagini.

Italia-Italy.org
Mappa Rocca Roverasca di Sanigallia - Senigallia

Mappa / Come arrivare:

GPS/Coordinate geografiche di Rocca Roverasca di Sanigallia
43°42'54.83" N
13°13'13.48" E



Italia-Italy.org

Dove dormire … cerca sulla mappa!

Seleziona la struttura di tuo interesse a Senigallia (Marche) o nei suoi dintorni, visualizza le offerte e le informazioni più complete per effettuare la tua prenotazione on line.

strutture ricettive e turistiche a Senigallia


visitare Senigallia … cosa fare e vedere


Italia-Italy.org
info Marche
Booking.com Italia-Italy.org

Senigallia city guide

Italia-Italy.org

Giro turistico nei dintorni

Italia-Italy.org

Cerca nei Comuni vicino Senigallia

Italia-Italy.orgItalia-Italy.org
Menu Senigallia


Consulta il menu principale del Comune di Senigallia, troverai altre informazioni, argomenti e strutture turistiche